1 Settembre 2010
COLDIRETTI E CAST PROMUOVONO LA BIETICOLTURA

COMUNICATO STAMPA
01.09.2010

Firmato l’accordo triennale con lo Zuccherificio del Molise

In questi ultimi anni, tutti hanno potuto notare, bieticoltori in primis, la determinazione nelle iniziative che Coldiretti e Cast, di concerto con le Regioni Puglia e Molise, mettevano in campo, a tutti i livelli, per il salvataggio e la tutela della filiera Bieticolo-Saccarifera Meridionale rappresentata da migliaia di produttori che hanno scelto di continuare ad investire nel settore.
I bieticoltori della Capitanata, sin dall’inizio della nuova riforma dell’OCM zucchero, hanno vissuto nella incertezza di continuare a coltivare bietole, e la confusione dominante non ha certamente giovato al settore.
Ieri finalmente si è aperto un nuovo ed incoraggiante capitolo per la bieticoltura con la firma del contratto triennale 2011- 2013 che Coldiretti e Cast hanno voluto fortemente per interrompere questo lungo periodo di incertezza per i produttori che hanno la possibilità di programmare gli investimenti, sapendo di poter contare su un prezzo minimo garantito di 45 euro/ton.
“Abbiamo avuto ragione dell’impegno di questi anni – ha dichiarato il Presidente della Coldiretti Pietro Salcuni – quando a metterci la faccia nelle numerosissime ed affollate riunioni e a sostenere il settore perché non chiudesse, fossimo solo noi”.
E’ chiara la soddisfazione del Presidente Salcuni perché con la firma di un accordo triennale non solo si riafferma la validità di un settore importante per l’economia della Capitanata, ma si creano le condizioni per scongiurare la impossibilità di soluzioni alternative alle crisi di altri settori, come quella che sta vivendo il pomodoro.
“Da oggi, con i tecnici della cooperativa CAST ci attiveremo su tutto il territorio con riunioni che approfondiranno i termini dell’accordo – ha dichiarato il Direttore della Coldiretti Giuseppe Scagliola che ha partecipato attivamente sin dalle prime fasi del tavolo di concertazione, - perché riteniamo che la introduzione di valori di premialità legati alla qualità possa incentivare una bieticoltura più competitiva e capace di spuntare prezzi di remunerazione molto interessanti”.
Nei prossimi giorni i tecnici del CAST e gli uffici Coldiretti inizieranno a raccogliere gli impegni di adesione con la sottoscrizione dei contratti per la campagna 2011/2012.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi